Quarto aggiorna la città: a Massafra sono 65 i positivi al coronavirus

Nel video rivolto alla città il sindaco parla anche dell'imminente commemorazione dei defunti.

0
117
Sindaco Quarto Massafra

MASSAFRA – Il sindaco di Massafra Fabrizio Quarto ha voluto aggiornare la città in merito alla situazione dei contagi.

Accorato il videomessaggio alla città del primo cittadino che ha comunicato l’aumento esponenziale dei positivi al Covid-19 in città: «Continuiamo a ricevere dati preoccupanti dall’ufficio Igiene e sanità pubblica dell’ASL. La curva del contagio – ha affermato – è in crescita. Crescita direi quasi esponenziale. Ad oggi a Massafra abbiamo ben sessantacinque nostri concittadini positivi al coronavirus. A loro va, come al solito, il nostro augurio di pronta guarigione. La notizia che mi viene fornita – ha aggiunto confortando – è che la stragrande maggioranza dei nostri concittadini positivi sta, non senza difficoltà, superando questo momento di patologia, di positività al virus presso il proprio domicilio. Solo per pochissime persone è stato necessario il ricovero presso strutture ospedaliere. Al dato preoccupante di sessantacinque positivi che, ripeto, è un dato significativo perché siamo passati da zero casi nel periodo di agosto a sessantacinque in appena tre mesi, quindi non possiamo trascurare questa crescita esponenziale, si aggiunge l’ulteriore dato di centinaia di massafresi sottoposti alla sorveglianza sanitaria obbligatoria, alla quarantena, per i quali abbiamo anche attivato nuovamente il COC e stiamo cercando di offrire un servizio di assistenza a coloro che versano in condizioni di difficoltà a procurarsi il necessario per il sostentamento quotidiano.»

Un passaggio dell’intervento del sindaco è dedicato all’imminente appuntamento con la commemorazione dei defunti: «Questa situazione – ha dichiarato Quarto – desta ulteriore preoccupazione anche in vista del periodo della commemorazione dei defunti che si approssima. Con questo video vorrei anche sensibilizzare tutti quanti noi a rispettare in maggior misura queste regole. In modo ancor più rigoroso, in questo momento di commemorazione dei nostri cari, si dovrà accedere al cimitero dal solito ingresso storico e si avrà l’uscita invece dall’ingresso laterale. Ci sarà una viabilità che parte da prima dell’ingresso, che coinvolge la strada via del Cimitero, per consentire un afflusso che eviti l’affastellamento di persone. Soprattutto la sollecitazione che voglio rivolgere a tutti quanti è di utilizzare rigorosamente la mascherina. Vorrei chiedere – l’appello del sindaco – anche alle confraternite e alle associazioni di primo soccorso di offrire collaborazione al personale volontario della Protezione Civile che il Comune sistemerà presso il cimitero e che si occuperà di misurare quantomeno la temperatura delle persone che entreranno al cimitero. A questo personale, si affiancherà anche il personale della Polizia Locale per la viabilità. La stessa operazione di acquisto dei fiori va fatta con attenzione – ha sottolineato – per evitare assembramenti per cui si è pensato di porre anche lì una sorta di sbarramento che renda più semplice l’operazione è più difficile l’assembramento delle persone. È un momento particolarmente complesso, cerchiamo di impegnarci ancor di più a rispettare queste regole. Abbiamo scelto di non chiudere il cimitero e di consentire la commemorazione dei nostri defunti perché è una cosa a cui tutti teniamo ma facciamolo con la dovuta attenzione.»

Mariella Eloisia Orlando

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui