TARANTO – I militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria, hanno eseguito un provvedimento ai danni del titolare di un’agenzia di pratiche automobilistiche ed i suoi due figli per aver commesso un reato che ha causato un danno economico di 3 milioni e 500 mila euro.

Già a Gennaio del 2017 i tre indagati, erano stati denunciati e arrestati essendo responsabili di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di truffe ai danni di numerose agenzie assicurative.

I controlli delle Fiamme Gialle causati da una grande sproporzione tra beni posseduti e consistenza delle attività professionali svolte dai componenti del nucleo familiare hanno permesso di arrivare alla scoperta delle attività illecite.

Sono stati posti sotto sequestro sette immobili, quattro autovetture e due moto. Oggi le compagnie assicurative condotte hanno subito un danno di 635 mila euro per 39 falsi incidentali.

Gli indagati sono stati riconosciuti come persone socialmente pericolose.