TARANTO – 23enne violinista, affetta da un tumore al cervello è stata sottoposta ad intervento chirurgico presso l’ospedale SS. Annunziata, utilizzando un metodo già adottato in Italia.

La giovane affetta da una neoplasia cerebrale frontale sinistra a basso grado di malignità, è stata sottoposta a un intervento durato 5 ore.

Sono stati il direttore dell’Unità Operativa Complessa, dottor Giovanni Battista Costella assieme al dottor Nicola Zelletta e con la collaborazione dell’anestesista, dottor Angelo Ciccarese ad eseguire l’intervento. Facevano parte dell’equipe chirurgica anche i dottori Gounaris e Cantone.

Presso l’Ospedale SS. Annunziata di Taranto e in tutto il sud Italia, è la prima volta che si esegue un intervento con questa metodica che permette al paziente di essere sempre vigile e ai medici di monitorare le sue condizioni cerebrali.

Nella Neurochirurgia,  la tecnica dell”awake surgery’, è divenuta un punto di riferimento nazionale.

Giovanni Battista Costella afferma:“Sembra surreale, ma si fa conversazione con il paziente, spiegando cosa si sta facendo in modo da tranquillizzarlo il più possibile e monitorare la situazione in maniera più attenta”.

L’ospedale SS. Annunziata dispone di dispositivi di ultima generazione, quali il neuronavigatore e il monitoraggio neurofisiologico che hanno consentito di rimuovere il tumore evitando danni neurologici.