CASTELLANETA – Nella sala di terapia dell’Ospedale di Castellaneta morirono otto anziani e per tale responsabilità furono 11 gli imputati, ma la Corte d’Appello ha prescritto le condanne.

Era avvenuto uno scambio di tubi e i degenti avevano inalato anestetico nei tubi dell’ossigeno e questo errore costò la loro vita.

Molte furono le persone coinvolte, tra tecnici costruttori dell’impianto, imprenditori, progettisti e direttori dei lavori. Anche un dirigente dell’Asl ionica e persino i rappresentanti della commissione di collaudo.

Nessuno, però, pagherà per questo errore fatale. La legge prevede la prescrizione, che per decorso del tempo, estingue il reato. Ciò però  non vuol dire che il soggetto è innocente.