Multe a raffica a Taranto contro i trasgressori del Codice della Strada

Polizia Locale e Polizia di Stato sono in azione per punire i trasgressori che mettono a rischio la sicurezza degli altri e di se stessi.

TARANTO – In collaborazione tra Polizia Locale e Polizia di Stato, è stata avviata un’azione per garantire la sicurezza sulle strade con sanzioni a raffica contro i trasgressori del Codice della Strada.

Numerose le sanzioni elevate nei giorni scorsi nei confronti di automobilisti indisciplinati che non hanno indossato le cinture di sicurezza, che hanno usato i telefonini mentre si trovavano alla guida e non hanno rispettato il limite di velocità.  Per i motociclisti che non hanno indossato il casco sono scattate le multe.

Si tratta di regole che bisogna rispettare per non rischiare incidenti mortali che mettono a repentaglio la vita di chi viaggia, ma anche dei pedoni.

Questo tipo di operazione continuerà nelle prossime settimane sperando in una maggiore sensibilizzazione di tutti i cittadini.

Dal Comune arriva un messaggio per stimolare all’uso del casco, delle cinture e dell’utilizzo di apparecchiature in vivavoce durante la guida.

In questi giorni sono stati controllati diversi autoveicoli ed identificati altrettanti conducenti.

Sono stati fatti numerosi verbali per:

  • Mancanza di copertura assicurativa, con conseguente sequestro del mezzo e trattenimento della carta di circolazione;
  • Mancanza di documenti necessari per la circolazione;
  • Veicolo in stato di abbandono (ex decreto Ronchi).

L’assessore Cataldino spiega che con un controllo specifico sui motocicli, sono stati verbalizzati 5 soggetti per guida senza casco protettivo. Elevate sanzioni accessorie del fermo amministrativo del veicolo per 60 giorni, guida senza patente e senza assicurazione.