Neonata salvata dal 118 a Talsano: rischiava di morire soffocata

Nata all'improvviso in casa, aveva il cordone ombelicale intorno al collo. I medici del 118 l'hanno soccorsa e salvata, e portata con la mamma al SS. Annunziata.

Volontari 118 di Taranto sono allo stremo

TARANTO – Neonata salvata dal 118 a Talsano grazie al pronto intervento degli operatori sanitari. La scorsa notte una donna incinta ha chiamato il 118, in quanto in preda a un parto improvviso che non gli ha permesso di raggiungere l’ospedale.

La richiesta è giunta dalla donna all’una di notte, i soccorritori sono partiti dalla cittadella della Carità, e nel frattempo è stata allertata anche l’ambulanza di Taranto Sud. Mentre si preparano per soccorrerla la donna partorisce in casa. Nel giro di pochi minuti gli operatori raggiungono la casa e appena entrati vedono che la neonata non respira a causa del cordone ombelicale intorno al collo.

I sanitari intervengono immediatamente lo tagliano e iniziano ad aspirare i liquidi all’interno della trachea e poco dopo inizia a piangere, successivamente l’avvolgono in una coperta, portando lei e la neomamma in ospedale al SS. Annunziata.

Entrambe sono salve e stanno bene, la piccola Iris viene accolta nell’immediato da una culla termica dell’ospedale e si è ripresa al meglio dopo il rischio soffocamento. Mario Balzanelli del 118 ha commentato: il Sis 118 non serve solo a contrastare la morte, ma anche a supportare la vita, anche nei momenti più belli, ossia quando sboccia.