Perquisizioni e sequestri della GdF negli uffici di ArcelorMittal a Taranto

In queste ore la GdF sta procedendo ai controlli all'interno dello stabilimento.

0
48

TARANTO – I militari del nucleo di Polizia economico finanziaria della GdF di Milano stanno effettuando delle acquisizioni negli uffici milanesi di ArcelorMittal di via Brenta.

Come disposto dalla Procura, sono stati acquisiti documenti utili per appurare la fondatezza dell’ipotesi di reato di false comunicazioni al mercato – aggiotaggio informativo e distrazione dei beni di fallimento.

In particolare, sono stati acquisiti i documenti contabili relativi all’acquisto delle materie prime e la vendita dei prodotti finiti, a causa di ingenti perdite che sono state dichiarate dal siderurgico ArcelorMittal.

Secondo il comma 2 dell’articolo 232 della legge fallimentare, chi pur essendo consapevole dello stato di dissesto dell’imprenditore, distrae o ricetta merci o beni dello stesso oppure li acquista ad un prezzo inferiore al valore corrente, è punito fino a cinque anni di detenzione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui