TARANTO – Nel corso di un’attività svolta dal Commissariato Borgo, in collaborazione con la Guardia Costiera, è stata sequestrata un’area demaniale di circa 2000 mq, situata nel primo seno del Mar Piccolo.

Dall’ispezione effettuata era emerso che l’area era occupata da rifiuti e da 11 fabbricati in lamiera costruiti abusivamente, adibiti come deposito di mitili e utilizzati anche per il confezionamento dei mitili.

Le cozze sono risultate prive di etichettatura e confezionate senza il rispetto delle norme sanitarie. La trasgressione di queste norme, avrebbe messo a rischio la salute dei consumatori.

Non sono state rispettate nemmeno le regole relative all’uso di beni demaniali.

Dopo quanto accertato, tre persone sorprese a confezionare i mitili sgusciati sono stati deferiti in stato di libertà per occupazione abusiva di area demaniale e inquinamento Ambientale.