TARANTO – Molte sale slot vengono aperte senza il rispetto della normativa che impone la loro collocazione lontano dai siti sensibili.

La Codacons ha inviato una diffida alle Questure di Bari, Brindisi, Foggia, Lecce e anche di Taranto.
Si chiede di adottare dei provvedimenti urgenti a tutela dell’ordine pubblico e della salute dei cittadini.
Purtroppo, la nascita delle sale slot sta proliferando e spesso non si rispettano nemmeno quelle regole basilari a protezione della salute dei cittadini.

Il rispetto dei 500 metri di distanza da scuole, oratori, luoghi di culto e centri sportivi, si prende poco in considerazione, ma invece è una regola importante che serve a contrastare la diffusione del gioco d’azzardo patologico.

Una recente circolare del Ministero dell’Interno invita le Questure a fare controlli massicci nel territorio e verificare i requisiti prima di rilasciare le licenze, e revocarle qualora chi le avesse violi le disposizioni regionali.

La presenza di sale slot vicine ai cosiddetti “siti sensibili”, rischia di sviluppare la dipendenza da gioco.