San Giorgio Ionico: truffa del gasolio agricolo. Arrestato imprenditore

Secondo una prima stima della Guardia di Finanza la truffa avrebbe permesso all'imprenditore l'elusione di IVA e accise per un totale di 2,6 milioni di euro.

truffa del gasolio agricolo

SAN GIORGIO IONICO – Un imprenditore di San Giorgio Ionico è stato arrestato per truffa del gasolio agricolo. Secondo quanto evidenziato dalla Guardia di Finanza, il titolare di una ditta di prodotti petroliferi, avrebbe venduto 3 milioni di litri di carburante agricolo a persone non aventi diritto al rifornimento.

La truffa al fisco si aggirerebbe intorno ai 2,6 milioni di euro per evasione dell’IVA e delle accise. Sarebbero coinvolte nella truffa altre tre persone, due delle quali appartenenti alla stessa famiglia.

L’ordinanza nei confronti dell’imprenditore emessa dal GIP di Taranto tra le ipotesi di reato ha evidenziato: l’associazione a delinquere, il falso ideologico, una truffa ai danni per lo Stato, sottrazione dell’accertamento e pagamento dell’accisa.

Secondo quanto emerso, l’attività illecita sarebbe stata realizzata con l’utilizzo di documenti falsi. Il carburante risultava venduto sulla carta ad acquirenti aventi diritto ignari, alcuni dei quali risultano anche deceduti, quando in realtà veniva ceduto a persone non autorizzate.