San Marzano di San Giuseppe: usura, minacce e rapina a un artigiano del luogo

Eseguiti quattro provvedimenti di tipo cautelare in carcere a carico delle persone responsabili di usura, rapina, lesioni ed estorsioni a danno di un artigiano.

0
197
San Marzano di San Giuseppe: usura

SAN MARZANO di SAN GIUSEPPE – I carabinieri di Taranto sono intervenuti in un’officina del luogo, dove il titolare era stato sottoposto ai reati di: usura, estorsione, rapina e lesioni.

I carabinieri hanno così fermato 4 persone ponendole in arresto: Stefania Cantarone di 49 anni, Angelo Soloperto di 54 anni, Armando Raia di 48 anni, e Maurizio Leone di 52 anni. Soloperto, di San Marzano, era già pregiudicato e a capo di un clan omonimo conosciuto nella zona.

Raia e Leone invece sono due pregiudicati di San Giorgio Jonico. La prima denuncia sporta dalla vittima è arrivata a novembre. L’uomo nel 2016 aveva chiesto un prestito di 35 mila euro a Soloperto, che in pochi mesi aveva voluto ben 8 mila euro d’interesse, chiedendogli un totale di 200 mila euro.

Trovandosi nuovamente in difficoltà, l’uomo aveva chiesto altri 24 mila euro, con un interesse di 4 mila euro al mese. L’artigiano però non riusciva a saldare il debito, diventando di conseguenza oggetto di minacce.

Solo dopo le varie minacce l’uomo ha deciso di sporgere denuncia, che ha permesso ai carabinieri di Taranto di constatare le attività illecite del clan e procedere all’arresto. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui