Scattate denunce, sospese attività commerciali e sequestrata droga nel tarantino

Continuano i controlli nei comuni del tarantino della Questura di Taranto in collaborazione dell'Asl, dei tecnici Enel e delle Polizie Locali.

TARANTO – I servizi di “Comunità Sicure” svolte nella città jonica e in provincia hanno permesso di porre fine ad attività illecite come lo spaccio di droga e l’esercizio di attività commerciali irregolari.

In vari comuni sono scattate denunce, sospensione di attività commerciale e il sequestro di sostanze stupefacenti.

A Taranto è stata sospesa una licenza commerciale del centro per la somministrazione di alimenti e bevande.

La Polizia anticrimine ha arrestato e condannato a 3 anni e 2 mesi di reclusione un 50enne pregiudicato tarantino, dando esecuzione al provvedimento della Procura Generale presso la Corte d’Appello.

Nel quartiere Tamburi è stata sanzionata un’attività di vendita di frutta e verdura, per l’importo di 5mila euro.

Il Commissariato di Manduria, in collaborazione con l’ASL, ha sospeso l’attività di un panificio di Fragagnano per gravi carenze igienico-sanitarie.

Sempre nella città di Fragagnano, in collaborazione con i tecnici Enel, sono stati controllati dei contatori per un’anomalia riscontrata. Presso due abitazioni private, un contatore era stato manomesso e l’altro era inesistente. I responsabili sono stati denunciati.

A Manduria, sono stati segnalati all’autorità competente due soggetti, uno trovato con addosso 3 grammi di hashish e l’altro con una coltivazione nel giardino di casa sua di 10 piante di marijuana di piccole dimensioni e in camera da letto numerosi semi per un peso complessivo di 130 grammi.

A San Pietro in Bevagna, sono stati denunciati due pregiudicati, per porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

A Monteiasi, il Commissariato di Grottaglie ha elevato una sanzione amministrativa, per un totale di 3 mila euro e dispodto la chiusura di un panificio per gravi violazioni sulle norme igienico – sanitarie.

Nel Comune di Palagianello, il personale della Questura, in collaborazione con il Reparto Prevenzione Crimine di Lecce e la Polizia Locale, sono stati effettuati diversi posti di blocco e controllati più di 70 veicoli. Sono state elevate sanzioni per violazioni al Codice della Strada e sequestrati 5 mezzi per mancata copertura assicurativa.

Nel comune di Laterza, il Commissariato Borgo, in collaborazione con l’Enel, ha denunciato per furto di energia elettrica il titolare di una friggitoria.

Nel capoluogo jonico, il personale della Questura, in collaborazione con le unità cinofile dell’Ufficio Frontiera di Brindisi, ha sanzionato per 5mila euro un esercizio pubblico ed è stata disposta la chiusura.