Sequestrata fauna selvatica e armi a Castellaneta Marina

Giovane sorpreso ad abbattere un esemplare di colombaccio, la cui caccia è proibita prima del mese di ottobre.

0
340

CASTELLANETA – Deferito all’A.G. un giovane sorpreso mentre con un fucile aveva sparato ad un volatile la cui caccia è consentita solo a partire da mese di ottobre.

Nel corso di un servizio del reparto forestali dei Carabinieri di Marina di Ginosa, atto a contrastare le pratiche di caccia illegali, è stato eseguito il sequestro del fucile e delle munizioni, nonché della fauna selvatica abbattuta.

La località dove il giovane stava esercitando l’attività venatoria si trovava ad Orsanese, a Castellaneta Marina.

Le attività di antibracconaggio sono state disposte dal Gruppo Carabinieri Forestale di Taranto per tutelare la fauna selvatica.

Le operazioni continueranno nel corso dell’anno per tutelare l’ambiente ed evitare l’estinzione delle specie.