Sequestro B&B a luci rosse al centro di Taranto, due denunciati

Due denunciati dopo il sequestro di un bed and breakfast a Taranto.

Bed and breakfast a luci rosse a Taranto
Bed and breakfast a luci rosse a Taranto

TARANTO – Un tarantino di 43 anni e la sua compagna di 28 anni di origini colombiane sono stati denunciati dalla Squadra Mobile di Taranto per sfruttamento della prostituzione. Ai soggetti è stato anche sequestrato l’immobile teatro degli incontri a luci rosse. Questo è il resoconto delle indagini svolte con massima discrezione dagli inquirenti.

Cos’è successo a Taranto, la storia del B&B

La Polizia ha notato un ingente via vai di persone dall’immobile, nel corso di ordinari controlli per prevenire la criminalità. Inoltre a seguito del controllo, alcune persone sono state sorprese nel bel mezzo di atteggiamenti intimi sempre nei pressi dell’immobile messo sotto osservazione. Questo appartamento si trova al centro della città e dopo una perquisizione gli agenti hanno trovato diversi oggetti sospetti.

Oltre a delle bottiglie di prosecco, la polizia ha trovato numerosi oggetti per consumare rapporti sessuali tra clienti. Inoltre è stata rinvenuta anche una agenda dove erano annotati orari e tariffari, con la conseguente ripartizione tra gestori e massaggiatrici.

LEGGI ANCHE – Leporano: arrestato per atti persecutori contro la compagna

Il collegamento con l’attività di B&B

Nel corso della seconda parte delle indagini, la squadra mobile di Taranto ha scoperto che l’immobile era anche registrato e utilizzato come un normalissimo B&B e il titolare risultava esattamente il 43 enne denunciato che peraltro risiedeva all’interno con la compagna. Altro carico pendente la scoperta di un allaccio elettrico abusivo alla rete di energia pubblica, dopo una attenta analisi dei tecnici Enel.