Taranto: 4 consiglieri comunali accusati di truffa aggravata

I quattro consiglieri del Comune di Taranto avrebbero maggiorato i loro rimborsi, con un costo per le casse comunali di 255 mila euro.

guardia di finanza taranto

TARANTO La Guardia di Finanza di Taranto ha eseguito un sequestro preventivo nei confronti di 4 consiglieri comunali del Comune di Taranto, accusati per truffa aggravata ai danni di Ente Pubblico, in quanto avrebbero ottenuto dei rimborsi indebiti. 

Secondo gli accertamenti effettuati, i consiglieri che sono stati accusati di truffa aggravata, avrebbero insieme e in concorso anche con i titolari delle loro imprese: simulato l’esistenza di un contratto di lavoro, e in altri casi modificato l’inquadramento del contratto, per ottenere un aumento dei rimborsi per le assenze sul lavoro, giustificate dalle partecipazioni alle varie sedute del Consiglio Comunale. 

I rimborsi erano o del tutto indebito o appositamente maggiorati. Secondo la Guardia di Finanza, questi comportamenti illeciti, sono costati tra il 2017/2019 al Comune di Taranto ben 255 mila euro.