Taranto. Area portuale. Progetto per migliorare la sicurezza

Lo scorso 8 agosto, il Ministero dell’Interno - Dipartimento della Pubblica Sicurezza e Autorità di Gestione del Programma ha comunicato la definitiva approvazione della proposta progettuale e la relativa ammissione a finanziamento.

0
722
Taranto. Area portuale. Progetto per migliorare la sicurezza
wikipedia

L’obbiettivo primario del progetto è il miglioramento degli standard di sicurezza dell’area di sviluppo produttivo e portuale di Taranto.

Il progetto mira ad innalzare i livelli di sicurezza e legalità in cui opera il sistema economico e imprenditoriale delle aree coinvolte – area logisticoportuale e aree dei Comuni di Taranto, Massafra e Statte di pertinenza – e non – del Consorzio Asi- con tecnologie più evolute.

E’ prevista la creazione di presidi con l’ausilio di apparati con video-analisi, sensori per il monitoraggio ambientale, sensori ad infrarossi, telecamere termiche e lettori targhe che forniranno i dati ad una piattaforma Psim (Phisical Security Information Management) in grado di collezionare e correlare i dati, anche con il riconoscimento facciale che saranno utilizzati dalla Questura di Taranto per l’analisi preventiva dei reati.

Il Prefetto Cafagna esprime la propria soddisfazione affermando che il finanziamento da parte del Pon Legalità del Ministero dell’Interno è la conferma di una grande attenzione verso un’area.

Il presidente del Consorzio Asi di Taranto, Costanzo Carrieri, si dichiara soddisfatto poiché sicurezza e legalità contribuiranno sicuramente a migliorare l’attrattività delle aree industriali.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui