Taranto. Caso di Legionellosi ma la Asl non ritiene il caso allarmante

Allarmismo dopo il ricovero di un 45enne presso il SS. Annunziata di Taranto.

Taranto. Caso di Legionellosi ma la Asl non ritiene il caso allarmante
foto di repertorio di wikipedia

L’uomo ricoverato presso l’ospedale di Taranto presentava febbre e insufficienza respiratoria. Il primo ricovero è stato fatto al SS. Annuziata, ma poco dopo è stato trasferito al Moscati.

Gli esami effettuati hanno evidenziato la presenza dell’antigene urinario della Legionella pneumophila.

Già da ieri  le condizioni del paziente sono in via di miglioramento e la sua situazione è sotto controllo.

E’ stata già effettuata notifica di malattia infettiva al dipartimento di Prevenzione dell’Asl per gli opportuni controlli.  L’uomo fa il cameriere e i controlli si sono estesi al posto di lavoro. Non è il caso di allarmarsi, poiché non risulta alcun dato clinico significativo.

Nella cartella clinica del paziente non è indicato che trattasi di soggetto contagioso e di conseguenza non si è ritenuto necessario doverlo isolare.