Taranto. Condannati due fratelli accusati di omicidio

Nel 2016, in pieno giorno avevano sparato con una mitraglietta da guerra un 32enne pregiudicato.

Taranto. Condannati due fratelli accusati di omicidio

La sezione di Taranto della Corte d’Assise d’appello di Lecce ha confermato la condanna a 20 anni di reclusione per due fratelli, Antonio e Francesco Bruno, rispettivamente di 36 e 32 anni, accusati dell’omicidio di Giuseppe Axo, il pregiudicato di Taranto ucciso il 27 febbraio.

Ricordiamo che in pieno giorno, al rione Salinella di Taranto, avevano sparato al pregiudicato con una mitraglietta da guerra modello Skorpion calibro 7,65.

Secondo le indagini degli investigatori, erano in lite per motivi di spaccio di sostanze stupefacenti e nei giorni precedenti all’omicidio, i due fratelli erano stati anche gli autori dell’aggressione nei confronti di Giuseppe Axo. I primi dissapori erano iniziati già dieci anni prima.