Taranto, Covid-19: i controlli dell’ispettorato del lavoro hanno portato a multe per 128 mila euro.

I controlli dell'ispettorato del lavoro di Taranto hanno portato a multe per mancato rispetto delle norme sanitarie del Covid-19 per 128 mila euro.

0
118
lavoratori coronavirus

TARANTO – Come richiesto dal Prefetto di Taranto, sono iniziati i controlli da parte dell’ispettorato del lavoro e dei Carabinieri delle Compagnie dipendenti al fine di verificare il rispetto delle norme sanitarie vista la pandemia da Covid-19.

Gli agenti e gli ispettori del lavoro hanno così pianificato una serie di servizi mirati al contrasto del fenomeno di sfruttamento e violazione delle norme in materia di dignità professionale e personale dei lavoratori.

Sono state riscontrate infatti, delle violazioni al nuovo protocollo condiviso che prevede la regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento del virus, sottoscritto il 24 aprile scorso. Sono stati segnalati all’autorità giudiziaria al momento, dopo i controlli, 8 datori di lavoro.

Nello specifico, le violazioni che sono state riscontrate e che hanno portato a sanzioni penali e amministrative pari a 128.500 euro, sono: omessa valutazione dei rischi in cantiere; mancata fornitura dei dispositivi di protezione di tipo individuale; omessa informazione sui rischi aziendali, omessa sorveglianza sanitaria, omessa verifica dell’idoneità alla mansione dei lavoratori.

Nel corso dei controlli sono state fatte verifiche su un totale di 140 dipendenti, di cui sono risultati 8 in nero e 24 impiegati in modo irregolare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui