Taranto, energia elettrica rubata con un magnete, scatta la denuncia

L'uomo ha rubato l’energia con un magnete posto in una pianta. Ammonta a circa 76mila euro il danno quantificato dai tecnici.

0
378
Taranto, energia elettrica rubata con un magnete

TARANTO – La polizia di Stato ha denunciato un commerciante di Taranto per aver rubato energia elettrica con un magnete posto in una pianta.

Si tratta del gestore di un panificio della città dei due mari che è stato beccato quasi per caso dagli agenti della polizia. All’inizio i poliziotti non avevano riscontrato nessuna anomalia nel negozio, dove erano entrati fingendosi dei clienti, poi hanno notato la piantina posta sopra il contatore.

Il peso eccessivo li ha insospettiti, così hanno svuotato il vaso e hanno trovato il magnete. Da una verifica dell’ente erogatore di energia elettrica è stato accertato che i consumi erano anomali. Il danno conteggiato dai tecnici è di circa 76.000 euro

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui