Home Notizie Cronaca Taranto: irruzione a Via D’Alò Alfieri, sgominata banda dello spaccio

Taranto: irruzione a Via D’Alò Alfieri, sgominata banda dello spaccio

Irruzione dei Falchi della Questura a Taranto, ecco il bottino

Due arresti a Taranto per droga
Due arresti a Taranto per droga

TARANTO – La Squadra Mobile coi Falchi dopo una irruzione ha interrotto le attività di una piazza di spaccio che aveva come sede Via D’Alò Alfieri a Taranto.

Spaccio di droga a Taranto

Il blitz è scattato dopo che gli abitanti del luogo per più tempo avevano inoltrato diverse segnalazioni che hanno dato il via alle indagini. Infatti tutto il traffico si concentrava intorno al primo piano di un immobile posto presso la strada tarantina. A capo della piazza c’erano due persone, appartenenti a una delle famiglie di spicco della zona, già pregiudicate e note alle forze dell’ordine.

Come agivano gli spacciatori

I due si alternavano al momento della consegna degli stupefacenti ai compratori. Inoltre attraverso l’aiuto di vedette attive sia di giorno sia di notte, i due tenevano la zona circostante sotto stretto controllo. Sempre le vedette tenevano d’occhio la strada quando uno dei due spacciatori si recava in un luogo probabilmente adibito a magazzino per rifornirsi.

LEGGI ANCHE – Arrestato un 45 enne per droga a Taranto: sequestrata eroina

L’intervento dei Falchi di Taranto

Una vota accertato il traffico, gli inquirenti hanno optato per una irruzione. Con molta discrezione, una volta entrati all’interno dello stabile i poliziotti si sono mischiati tra i ragazzi e hanno atteso in fila l’apertura della porta. Una volta entrati è scattata immediatamente la perquisizione che ha portato alla luce nascosti dietro un telaio: 50 grammi di eroina in pietra e 5 grammi di cocaina più altre sostanze per tagliare gli stupefacenti.

Inoltre sul tavolo della cucina, gli inquirenti hanno rinvenuto 381 euro e il materiale di confezionamento delle dosi. Infine i due pregiudicati di 38 e 40 anni sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e condotti presso la casa circondariale di Taranto in attesa di giudizio.

Exit mobile version