Home Notizie Cronaca Taranto: maltrattamenti in famiglia, divieto d’avvicinamento per 25enne

Taranto: maltrattamenti in famiglia, divieto d’avvicinamento per 25enne

Il 25enne avrebbe minacciato di morte la compagna, mettendole le mani al collo perché la donna non riusciva a far smettere di piangere il figlio neonato.

Arrestato 48enne tarantino per maltrattamenti in famiglia

TARANTO – Un 25enne accusato di maltrattamenti in famiglia ha ricevuto un divieto d’avvicinamento contro la compagna.

Nei cinque mesi in cui i due hanno convissuto infatti la donna è stata sottoposta a violenze sia fisiche sia psicologiche.

Prima di Natale, infatti, l’uomo l’ha aggredita a causa del pianto del figlio di pochi mesi, scagliandosi contro di lei e mettendole le mani al collo mentre aveva il bambino in braccio, accusandola di non essere una buona madre.

Solo l’intervento della Polizia di Taranto in quell’occasione permise di scongiurare peggiori conseguenze.

Conclusa l’attività d’investigazione, il personale della Squadra Mobile date le continua violenze psicologiche e fisiche subite dalla donna, hanno deciso di emettere un provvedimento di divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla donna.

Exit mobile version