Taranto. Scoperta maxi truffa su pezzi di ricambio spacciati per originali

Sono stati sequestrati due milioni di euro a ditta che effettuava gli interventi con pezzi di ricambio che spacciava per originali.

Taranto. Scoperta maxi truffa su pezzi di ricambio spacciati per originali
foto di wikipedia

La Turbo Tecno Service, azienda specializzata nelle riparazioni meccaniche di autoveicoli avrebbe truffato il Ctp in quanto utilizzava dei pezzi di ricambio che spacciava per pezzi Scania.

Questa mattina è così scattato il maxi sequestro di beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie per un valore di 2 milioni di euro, nei confronti dell’azienda Turbo Tecno Service e del Rappresentante Legale.

I militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo “per equivalente” emesso dal gip del Tribunale di Taranto, Martino Rosati, su richesta del pm Remo Epifani.

Le indagini sono state effettuate dai Finanzieri sotto la direzione del colonnello Antonio Marco Antonucci.

Il Ctp ha procurato alla società inquisita un ingiusto profitto. Per l’accusa T.T.S. avrebbe guadagnato il 30-40% in più per ogni pezzo di ricambio.

Il rappresentante legale della società è stato indagato per frode. Indagati anche due ex dirigenti del Consorzio trasporti pubblici.