ArcelorMittal e commissari: Tribunale Milano accetta rinvio

Si allungano i tempi dell'accordo per il polo siderurgico

0
249
Entrati in sciopero operai ArcelorMittal di Taranto
ArcelorMittal di Taranto

TARANTO ArcelorMittal e i commissari straordinari hanno chiesto al Tribunale di Milano di rinviare l’udienza prevista per oggi.

Infatti, le due parti hanno scelto di prendersi altro tempo, fino ai primi di marzo, quando ci sarà una nuova udienza, per arrivare a un accordo concreto.

Il nuovo accordo potrebbe portare anche a una modifica degli impegni contrattuali. Al momento, non si prevede nemmeno un pre-accordo tra le parti.

In più, non si tratta del primo rinvio per la questione aperta con la volontà di ArcelorMittal di rescindere in maniera unilaterale il contratto. Infatti, anche lo scorso 20 dicembre si era chiesto un rinvio al 7 febbraio, per arrivare a un accordo con il Governo.

“Chiediamo al Governo un incontro urgente per conoscere quali saranno le iniziative che intende adottare per far rispettare all’azienda gli impegni assunti” ha commentato Rocco Palombella, Segretario Generale Uilm.

Quindi, il Tribunale di Milano ha spostato il procedimento al 6 marzo 2020, come richiesto dalle parti.

Nel frattempo, Lucia Morselli ha dichiarato che ArcelorMittal vuole restare nel capoluogo ionico. “Mittal ha dato immensa fiducia e sottolineo immensa. Adesso bisogna lavorare con serietà e determinazione, produrre e fare risultati. Quello che verrà sarà merito vostro e delle persone che lavorano con voi” spiega la Morselli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui