ArcelorMittal, Palombella: chiediamo intervento del Governo

Palombella della Uilm afferma che non si può attendere oltre, c'è bisogno di un intervento immediato per i lavoratori dell'Ex Ilva.

0
118
ArcelorMittal

TARANTO – Palombella afferma: non possiamo aspettare le elezioni, c’è bisogno dell’intervento del Governo. ArcelorMittal ormai ha tracciato la sua strada e non vuole tornare indietro, arrivando così fino alla fine dell’anno con l’uso della cassa integrazione per il Covid-19 e poi sfruttando quella ordinaria.

Tutto questo, secondo Palombella della Uilm, è stato avallato anche dal Governo, recando danno ai cittadini. Oggi la produzione di ArcelorMittal segna un minimo storico, con tre milioni di tonnellate previste durante il 2020, quantità mai raggiunte, mettendo a rischio lavoratori e impianti.

A Taranto continua così una lenta agonia. La prospettiva è negativa, perché il Governo non interviene. C’è una grande incertezza per il futuro di 4 mila lavoratori diretti che ora sono in cassa integrazione percependo una retribuzione bassissima.

Settembre, infine, sarà un mese ancora più drammatico, durante il quale ci sarà la prova del nove, con l’elezioni. Ma noi non possiamo attendere i giochi politici e le elezioni regionali, abbiamo bisogno che il Governo convochi il prima possibile un incontro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui