ArcelorMittal, Sindacati: il Governo risponda o fermo impianti

I sindacati dei metalmeccanici chiedono l'istituzione di un tavolo di confronto con il Governo e ArcelorMittal e scrivono una lettera al Prefetto Demetrio Martino.

0
72
ArcelorMittal

TARANTO – I sindacati Fim, Uilm e Fiom hanno sollecitato il Governo al fine di convocare il prima possibile un tavolo di confronto che metta al centro i lavoratori dell’Ilva, ArcelorMittal che si trovano in amministrazione straordinaria, ma anche le questioni del lavoro, salariali, ambientali e industriali di Taranto, altrimenti ci sarà un fermo impianti.

Queste sono le richieste inviate dai sindacati dei metalmeccanici al Prefetto Demetrio Martino.

Nella lettera al Prefetto, i sindacati affermano anche che: nella fabbrica si vive nel terrore, perché un qualsiasi episodio è utilizzato dall’azienda per licenziare gli operai senza una verifica delle vere ragioni che fanno scaturire o meno un incidente.

Secondo la Fiom, Fim e Uil le cause devono essere ricercate in una programmazione di manutenzioni straordinarie e ordinarie che mantengono un clima d’incertezza anche per i lavoratori che al momento stanno garantendo la continuità di produzione.

I Sindacati infine lamentano che sono all’oscuro rispetto a una trattativa che vede impegnati il Governo e ArcelorMittal, senza un coinvolgimento né delle istituzioni locali né delle parti sociali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui