Bonus internet, Pc o tablet entro ottobre 2021: perché chiederlo adesso

C’è tempo fino a ottobre per chiedere il bonus internet, noto anche come bonus PC o bonus tablet, salvo esaurimento delle risorse disponibili. Requisiti e importi.

bonus internet

C’è tempo fino a ottobre 2021 per poter usufruire del bonus internet, noto anche come bonus PC o tablet, che consiste in un’agevolazione da 500 euro per i nuclei familiari con specifici requisiti reddituali. Il governo ha pensato di andare incontro alle famiglie con basso reddito e in difficoltà, aiutandoli a sostenere le spese, oltre che per la dotazione di una connessione internet veloce, anche per l’acquisto computer o tablet, dispositivi che, come abbiamo visto in questi tempi di pandemia, sono risultati indispensabili per le attività quotidiane, come la didattica a distanza, lo smart working, ma anche la spesa online. La misura è attiva dal novembre scorso, grazie alle politiche del governo Conte II e il beneficio è noto anche come bonus tablet o bonus internet. La misura ha la durata di 1 anno, quindi scadrà il prossimo ottobre (salvo esaurimento delle risorse disponibili).

Bonus 500 euro PC: come funziona e come ottenerlo

Il bonus PC e internet consiste in un beneficio di 500 euro che andrà richiesto all’operatore. Non bisognerà dunque presentare richiesta a un portale, ma chiederlo all’operatore nella fase di sottoscrizione del contratto internet. A tal proposito gli operatori che partecipano all’iniziativa saranno tenuti a iscriversi su una piattaforma Infratel Italia (infratelitalia.it).

Per ottenere il beneficio è necessario soddisfare un particolare requisito legato all’Isee, che non deve superare i 20 mila euro. Il bonus è richiedibile solo una volta per famiglia. Il costo è valido sia per la dotazione di una rete internet a banda ultralarga non inferiore ai 30 Mbit/s in download e 15 Mbit/s in upload. Congiuntamente a questa, che resta la priorità, il bonus potrà servire anche per l’acquisto di un PC o di un tablet, che saranno forniti dal medesimo operatore da cui vi siete rivolti per la dotazione internet. Il bonus è infatti ripartito in 200 euro, che serviranno per il contratto di dotazione o potenziamento della rete internet, e in 300 euro che serviranno per acquistare il PC o il tablet.

Bonus internet: seconda fase per famiglie con requisiti Isee maggiorati

Il bonus da 500 euro con requisito Isee fino a 20 mila euro è parte integrante della prima fase e le risorse saranno maggiormente distribuite nel Meridione. La seconda fase di aiuti prevede invece un sostegno economico ridotto (200 euro) per installare una connessione internet a banda ultralarga, ma in questo ambito il requisito Isee sarà elevato a 50 mila euro. La platea di potenziali beneficiari dovrebbe ammontare a 1.604.640 nuclei familiari. La fase II dovrebbe partire entro la fine del 2021.

Bonus internet per le imprese

Inoltre sarà disponibile anche un nuovo stanziamento di fondi (poco più di 551 milioni di euro) che andrà a finanziare il bonus Internet riservato alle imprese. Di queste risorse oltre 114 milioni saranno erogati a quasi 230 mila imprese per la dotazione di una connettività internet di minimo 30 Mbit/s, mentre poco più di 400 milioni di euro sono riservati a più di 200 mila imprese per dotarsi di una connettività a 1 Gbit/s. Gli importi erogati saranno di 3 tipi:

  • 300 euro: connessione con velocità da 30 a 300 Mbps con contratto minimo 18 mesi;
  • 500 euro: connessione da 300 Mbps a 1 Gigabit con contratto minimo 18 mesi (importo maggiorato a 1.000 euro in caso di eventuali costi di allaccio);
  • 000 euro: connessioni oltre 1 Gbt/s e contratto minimo 24 mesi (bonus maggiorato di 500 euro in caso di costi di allaccio).