Cia Puglia chiede di anticipare l’erogazione dell’acqua

Il sindacato degli agricoltori chiede informazioni sui tempi di apertura

0
73
A Castellaneta incontro con Cia Agricoltori italiani Puglia

TARANTO – La Cia Puglia chiede a consorzi di bonifica commissariati e ad Arif di anticipare l’erogazione dell’acqua i primi di aprile e di avere informazioni utili per poter pianificare poi le attività legate alla coltivazione.

Infatti il direttore e il presidente di Cia Agricoltori italiani Due Mari Taranto e Brindisi Vito Rubino e Pietro De Padova hanno scritto all’Arif.

Infatti, si tratta dell’agenzia regionale per le attività irrigue e forestali. In più, la stessa lettera arriva anche al commissario unico dei consorzi di bonifica Arneo, Stornara e Tara.

La richiesta della Cia Puglia è di sapere i tempi dell’apertura della stagione irrigua 2020 e come stanno procedendo i lavori sulle manutenzioni.

“Considerato l’andamento climatico altalenante, non si può escludere che da un giorno all’altro possa scoppiare il caldo, in modo improvviso e repentino, con una conseguente richiesta d’acqua per le nostre colture” spiegano.

In più, il sindacato chiede l’intervento di Michele Emiliano per affrontare l’emergenza. Infatti, se è vero che in questi giorni c’è stata un po’ di pioggia, questo non basta per i produttori che soffrono per primi dei cambiamenti climatici.

In più, vista la grave crisi, è fondamentale consentire agli operatori di lavorare in maniera efficace per poter garantire gli approvvigionamenti poi nella distribuzione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui