Confcommercio Taranto: coprifuoco alle 22 un danno alle imprese d’estate

Tutte le associazioni del turismo pugliesi hanno chiesto di allentare la serrata notturna, e togliere il coprifuoco alle dieci durante la stagione estiva.

coprifuoco alle 22
Riconoscimento editoriale: MikeDotta / Shutterstock.com

TARANTO – La Confcommercio di Taranto ha lanciato un appello al Governo per togliere l’obbligo di coprifuoco alle 22:00 fino al 31 luglio prossimo.

Tutti i presidenti che rappresentano le categorie turistiche quali Confturismo, Confcommercio Taranto, SIB, Confguide, SILB ecc…chiedono infatti un allentamento della serrata notturna.

Conseguenze negative sulle attività turistiche pugliesi

Il Governo dovrebbe valutare le conseguenze negative che comporta il coprifuoco alle dieci sulle imprese turistiche, sopratutto in Puglia.

Infatti, come noto il clima estivo non permette uscite serali prima delle nove, e spesso si sta al mare fino alle 19:00. In Puglia le uscite serali da giugno fino ad agosto sono un’opportunità di refrigerio oltre che di guadagno per le imprese.

Un coprifuoco alle 22:00 potrebbe scoraggiare i turisti che temono di prenotare la propria vacanza in Puglia, preferendo altre mete come la Grecia e la Spagna che non presentano restrizioni così stringenti.

La possibilità che il Governo torni presto sui suoi passi nel corso delle prossime settimane inciderà sull’andamento delle prenotazioni da parte dei turisti. Confturismo Taranto ha invitato la Regione Puglia ad essere parte attiva nella richiesta al Governo di rivedere questa decisione.