Federconsumatori Taranto su Naspi: procedure automatiche

L'associazione fa il punto sulla questione

0
63
federconsumatori taranto
Riconoscimento editoriale: Susanne Pälmer / Pixabay.com

TARANTO – Per Federconsumatori Taranto le trattenute su Naspi e pensioni rendono l’assegno di Gennaio ridicolo.

Infatti, un beneficiario di Naspi (il trattamento di disoccupazione) dovrebbe avere per esempio 847,32 euro.

Purtroppo, però, a causa di trattenute varie e di un recupero di conguaglio Irpef, riceverà nel mese di gennaio 2020 solo 10 euro. Da qui scatta la denuncia dell’associazione dei consumatori locale. Va meglio, usando un eufemismo, a chi ha la pensione minima.

Infatti, secondo l’associazione, il pensionato avrebbe in tasca 100 euro per arrivare a fine mese.

Quindi, Federconsumatori Taranto ha deciso di portare il caso alla sede ionica dell’Inps. Infatti, l’erogazione della NASPI o della pensione dipende da un software. Anche se si tratta di un’associazione non nazionale, l’ente ha deciso comunque di procedere a tutela dei consumatori.

Maria Antonietta Brigida, segretaria di Federconsumatori  Taranto, ricorda che non è il primo caso che viene registrato. Infatti, per lei, non può essere un software a decidere visto che non è in grado di valutare le condizioni di sopravvivenza o invivibilità che quei prelievi forzosi di fatto decretano.

Quindi, si spera che siano disponibili delle verifiche e che la situazione delle persone che percepiscono Naspi o pensione possano migliorare semplicemente con un’attenzione in più da parte degli operatori.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui