Massafra ottiene un nuovo finanziamento grazie alla scuola

Il progetto "Scopriamo e amiamo la Città ed il suo territorio" dell'IC "De Amicis – Manzoni" ha partecipato ad un bando regionale risultando assegnataria di 3'mila euro.

0
104

MASSAFRA – Buone notizie per Massafra che è risultata beneficiaria di un nuovo finanziamento.

Nella mattinata del 14 novembre scorso il primo cittadino di Massafra Fabrizio Quarto ha sottoscritto il regolamento necessario per l’ottenimento del finanziamento regionale di 30mila euro necessario a finanziare il progetto “Scopriamo e amiamo la Città ed il suo territorio“.

Massafra ottiene un nuovo finanziamento grazie alla scuola

L’idea nasce dalla scuola e più precisamente dall’istituto comprensivo “De Amicis – Manzoni” di Massafra. Il progetto presentato dalla scuola ha partecipato all’avviso pubblico regionale “I luoghi identitari della Puglia – interventi per la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale” risultando assegnataria del finanziamento messo a bando.

Le risorse economiche erogate serviranno a favorire interventi per il recupero e la funzionalizzazione delle infrastrutture materiali del patrimonio culturale ed il potenziamento strutturale dell’offerta dei servizi culturali.

Dal sindaco quarto Qualche dettaglio in più: «Il progetto finanziato – ha spiegato Quarto – è finalizzato alla promozione della conoscenza, tutela e conservazione della storia di Massafra, del suo patrimonio storico, architettonico, archeologico, culturale e ambientale, per agevolare gli studenti alla piena fruizione della grande ricchezza dei “beni culturali” e insegnando loro come esso vada tutelato e valorizzato.

Sarà dedicata particolare attenzione – ha chiarito il primo cittadino – al restauro, allo studio dei manufatti, alla ricerca storico-artistica, alla realizzazione di testi e materiale video e web, sempre al fine di promuovere la cultura del territorio e formare gli studenti all’acquisizione di quegli strumenti utili a nuove forme di turismo sostenibile e sensibile.»

A gennaio 2020 si darà il via alle attività che riguarderanno marketing, archeologia, geologia, scienze, restauro, percorsi nelle varie lingue straniere.

Un ottimo risultato dunque per la città che grazie all’attività della scuola, fucina sempre attiva di cultura, si arricchisce e beneficia di una grande opportunità di crescita.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui