Nial Mail Taranto, Usb “passo avanti col comune”

Incontro comune-Usb Taranto per la Nial Mail

Usb Taranto
Usb Taranto

TARANTO – Vertice in comune a Taranto tra Usb e rappresentati comunali per la vertenza Nial Mail che dopo questo incontro sembra avviarsi verso una parziale apertura. Ecco il comunicato del sindacato una volta terminato.

Il vertice a Taranto

“Soddisfatti dell’incontro tenuto nel primo pomeriggio, presso il Comune di Taranto. Abbiamo rappresentato al Segretario Generale dell’ente pubblico la situazione in cui sono costretti a lavorare i dipendenti della Nial Mail. Il dott. Eugenio De Carlo ha avuto così la possibilità di avere un quadro completo e puntuale della vertenza, dalle rivendicazioni sindacali che riguardano tutti i lavoratori (es. consolidamento ore di lavoro, stabilizzazione dei precari…) alla vicenda che riguarda in particolare la dipendente licenziata la vigilia di Natale, che per noi non è altro che una inaccettabile reazione dell’azienda di fronte all’iscrizione della lavoratrice all’USB.”

La situazione Nial Mail

“Della questione verranno dunque direttamente interessati il commissario prefettizio del Comune di Taranto, Vincenzo Cardellicchio ed il sub-commissario, Maria Luisa Ruocco, nonché i dirigenti delle Direzioni Polizia Locale e Affari Generali, Obiettivo: verificare, in maniera più dettagliata, i rapporti in essere con la Nial Mail.
Abbiamo sin da subito chiesto all’azienda da un lato di ristabilire rapporti equilibrati con tutti i dipendenti, dall’altro il reintegro immediato della dipendente licenziata, e riteniamo di aver fatto un passo importante in avanti, dal momento che sono stati finalmente aperti con il Comune di Taranto, soggetto committente, i canali della comunicazione in merito alla spinosa vertenza.”

LEGGI ANCHE – USB Taranto: precarietà e diritti negati da Nial Mail