Home Notizie Economia e Lavoro Regione Puglia incontra i sindacati UIL e Cisl anche per Taranto

Regione Puglia incontra i sindacati UIL e Cisl anche per Taranto

Regione Puglia ancora una volta vicina ai lavoratori attraverso una nota

Opera di Pomodoro davanti la Regione Puglia

“Nella mattinata di oggi ho incontrato il segretario regionale della UIL, Franco Busto, mentre nel primo pomeriggio ho incontrato il segretario regionale della CISL, Antonio Castellucci. Ai tavoli hanno partecipato anche i rispettivi segretari dei diversi comparti e la struttura dirigenziale del mio Assessorato. Dopo il tavolo della settimana scorsa con la CGIL, prosegue il confronto bilaterale dedicato alle organizzazioni sindacali e datoriali che, nei prossimi giorni, continuerò ad incontrare ciascuna singolarmente”, così commenta a caldo l’assessore all’Istruzione, alla Formazione e al Lavoro della Regione Puglia.

L’assessore ringrazia tutti

Ha poi detto “Voglio innanzitutto ringraziare CISL e UIL per il prezioso confronto – continua l’assessore – perché sono sempre più convinto che questo ciclo di incontri, senza orario di fine e con il coinvolgimento delle tecnostrutture, aiuti il decisore politico ad intercettare i bisogni e le necessità del mondo del lavoro e del sistema di impresa, tramite la condivisione di azioni e misure efficaci che la Regione Puglia sta adottando o è pronta ad adottare”.

Tutti gli spunti del confronto

Poi “Moltissimi – ha raccontato l’assessore – sono gli spunti emersi dal confronto: la segreteria della UIL ha ribadito la necessità di una formazione professionale capace di programmare gli interventi e soprattutto destagionalizzata, così da evitare il ricorrere puntuale di certe problematiche. Sostegno ad accordi mirati con le aziende del territorio al fine di evitare fughe verso altre regioni. E poi natalità che si deve affrontare anche nella dinamica tra lavoro e istruzione, perché la genitorialità non è a tempo determinato. La segreteria della CISL si è ulteriormente soffermata sul tema dell’emersione dal lavoro nero e sulla revisione dei contratti, obiettivi primari anche per dare una risposta al mismacht che si riscontra sul territorio. Importante, per la CISL, anche il tema delle sinergie tra mondo sindacale e centri per l’impiego per incrociare le conoscenze e le esigenze, tra aziende e offerte di lavoro per appianare il fenomeno dei neet”.

L’Agenda lavoro resta fondamentale

“Questi tavoli – spiega – rappresentano il momento di chiusura del percorso di Agenda per il Lavoro 2021-2027 che, dal confronto con le organizzazioni informali che ha caratterizzato gli ultimi mesi, passa ai tavoli con il consueto partenariato economico e sociale. Contestualmente stiamo incontrando i colleghi assessori regionali: abbiamo già dialogato con l’assessore al Turismo e la consigliera regionale delegata alla Cultura. Domani incontreremo l’assessore all’Agricoltura. È nostra intenzione essere di supporto ai fabbisogni formativi dei diversi settori e alle politiche messe in campo dai diversi assessorati”.

La nuova Garanzia Giovani

Infine “Stiamo discutendo – ha concluso l’assessore – nel merito di diverse misure: la nuova Garanzia Giovani, l’alta formazione, il programma GOL, strumenti formativi più snelli nei settori prioritari in grado di offrire pronte risposte ai fabbisogni delle imprese, un potenziamento dello strumento dell’apprendistato, rinnovati modelli di inclusione socio-lavorativa e di riqualificazione del personale già occupato. Ma anche scuola e diritto allo studio. Al centro ci sono i pugliesi, le loro aspettative, i loro bisogni”.

LEGGI ANCHE – Sportello Informagiovani: il servizio di nuovo in presenza a Taranto

Exit mobile version