Revocato dall’ASL di Taranto l’appalto alla Tundo per il trasporto disabili

ASL di Taranto revoca il servizio del trasporto disabili alla Tundo, per la mancanza dei requisiti obbligatori. Soddisfatti i sindacati Cisl FP e FIT Cisl.

asl di taranto

TARANTO – Dopo un lungo procedimento istruttorio intentato da parte della RTI Padovano Autolinee-Dover-Paolo Scoppio e Figlio Autolinee, l’ASL di Taranto ha revocato l’appalto alla Tundo per il trasporto disabili.

FIT Cisl e Cisl FP: appalto revocato per mancanza dei requisiti morali

Sulla vicenda è intervenuta la FIT Cisl e la Cisl FP che hanno sottolineato: l’ASL di Taranto ha dovuto valutare negativamente il possesso dei requisiti morali dell’azienda.

Infatti, all’interno di una nota precedente, l’ASL comunicava ai Sindacati che aveva disposto il procedimento per la verifica, per procedere con la revoca del provvedimento e la caducazione del contratto.

Sindacati: la denuncia dei lavoratori e delle carenze del servizio

Flavia Ciracì di Cisl FP e Vito Squicciarini di FIT Cisl, hanno dichiarato: sin dal primo momento è stata richiesta la revoca dell’appalto per le tante mancanze che sono state riscontrate dall’appaltatore, manifestando il proprio dissenso con i lavoratori del servizio di trasporto disabili.

Il perdurare di criticità gravi quali gli stipendi in ritardo, ad oggi i lavoratori aspettano ancora quelli di marzo, l’uso erroneo degli ammortizzatori sociali, le gravi carenze dal punto di vista della sicurezza e dell’organizzazione, hanno permesso all’ASL di Taranto di revocare finalmente alla Tundo l’aggiudicazione del servizio.