Spera, Ugl: ArcelorMittal, una fabbrica prossima al collasso

Antonio Spera parla dell'Ex Ilva, dei lavoratori e delle condizioni degradate in cui stanno lavorando gli operai, per la mancata manutenzione.

0
78
ArcelorMittal

TARANTO Antonio Spera segretario nazionale dell’Ugl per i Metalmeccanici parla di ArcelorMittal e di una fabbrica prossima al collasso.

L’Ugl che aveva già denunciato le vari discriminazioni effettuate contro i lavoratori all’Ispettorato del Lavoro, e segnalate mediante diversi comunicati verso ArcelorMittal, vuole riportare l’attenzione a ciò che sta succedendo al momento.

Il 18 settembre, infatti, come affermato da Spera, ArcelorMittal in modo completamente unilaterale ha deciso di ridurre il regime di produzione, con la motivazione della “riduzione degli ordini”. Quest’atteggiamento si protrae da circa un anno e mina alla stabilità psicologica e naturalmente economica dei lavoratori.

Vogliamo evidenziare, continua ad affermare Spera, come siano numerosi gli incidenti che si continuano a verificare all’interno dello stabilimento, proprio a causa della mancanza di manutenzione dei vari impianti che ormai sono completamente degradati.

I lavoratori dello stabilimento Ex Ilva in Amministrazione Straordinaria sono stati abbandonati, alla mercé di un’azienda che ormai si è allontanata rovinosamente dai “propositi” che aveva all’inizio. E né il Governo, né la Magistratura e nemmeno l’Inps intervengono per porre le giuste azioni a salvaguardia di famiglie e lavoratori.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui