Verde Amico Taranto: sindacati si rivolgono al Prefetto

I Sindacati chiedono un incontro al Prefetto per trovare una strada che ricollochi i 130 lavoratori Ex Isola Verde, con nuovi progetti per le bonifiche.

Verde Amico Taranto

TARANTO – Le segreterie dei sindacati (CISL, UIL, CGIL) confederali e le federazioni di categoria (FILCAMS, FISACAT, UILTRASPORTI) hanno nuovamente scritto al Prefetto di Taranto per il progetto e lavoratori di Verde Amico.

La lettera al Prefetto e commissario delle bonifiche Demetrio Martino è stata scritta al fine di sostenere i lavoratori che al momento si trovano in disoccupazione.

Infatti, a partire dal 12 febbraio i contratti a tempo determinato sono decaduti. Purtroppo la Naspi sarà percepita dai lavoratori solo fino a luglio. Dopo di ché non avranno tutele né economiche né assicurative.

Nel corso di incontri ufficiali però è emerso che sarebbero in corso delle rimodulazioni per i lavori di bonifica in ambito territoriale e progettuale, grazie anche a un cofinanziamento del Ministero dell’Ambiente, ognuna nell’ambito delle relative competenze. 

Per questo motivo le organizzazioni sindacali chiedono un incontro per riuscire a verificare la fattibilità dei percorsi al fine di ricollocare 130 dipendenti. I sindacati sollecitano anche un incontro per analizzare i progetti relativi alle bonifiche previsti nell’abito del CIS.