Carbon free, importante svolta ecologica per le aziende

Carbon free, da questo momento in poi la Banca Intesa approverà e darà aiuto soltanto alle aziende che promuoveranno l'energia pulita.

carbon free

In questi giorni infatti è stata approvata la nuova policy creditizia, che gli ambientalisti e non soltanto aspettavano già da parecchio tempo. A dare l’esempio è la Banca Intesa San Paolo che vuole limitare l’utilizzo del carbone nei vari settori. Il futuro vedrebbe infatti un grande incremento della produzione dell’energia con fonti rinnovabili e gas piuttosto che elevati tassi di carbonio.

Carbon free ecco come richiedere finanziamenti in possesso di nuovi progetti

Carbon free, al momento sono poche le aziende che hanno scelto una modalità di produzione di energia pulita ed ecco perchè si tenta il tutto per tutto. Da questo momento in poi i clienti della Banca San Paolo potranno ottenere un finanziamento, di qualunque cifra, soltanto dimostrando di rientrare nei canoni scelti dalla banca. Quindi a livello pratico dovranno avere a disposizione dei progetti da mettere in pratica nel breve periodo che includono la riduzione dell’utilizzo del carbone. In alternativa si potranno chiedere finanziamenti legati agli obiettivi di transizione dal Carbone, quindi forma Green Loan.

L’annuncio dell’abbandono del carbone da parte di Enel entro il 2025

E’ il mondo finanziario a muovere i primi passi verso l’energia pulita tanto richiesta dagli ecologisti. Sembra essere arrivato il momento di rinnovare il mondo, ma è bene mettere in chiaro che si tratta di un percorso lungo e non poco esigente. Attenzione agli ESG, ma anche a tutto quello che è contorno. In questi giorni per esempio si parla tanto anche del disinvestimento del Fondo sovrano norvegese, si parla di ben 3,3 miliardi che arrivano da alcuni gruppi che lavorano con il carbone. Nel frattempo è arrivata anche la comunicazione da parte dell’Enel, una delle aziende che lotta per il green e l’energia pulita che ha scelto di abbandonare definitivamente il carbone. L’uscita totale avverrà entro il 2025. I tempi di realizzazione dei nuovi progetti sono lunghi.