Cargo Bike ecco la nuova mobilità green pronta a spopolare

Cargo Bike, in pochi ne hanno sentito parlare ma è certo che stanno per modificare le nostre abitudini per quanto riguarda gli spostamenti in auto ed in moto.

cargo bike

TARANTO – La bici è elettrica, quindi assolutamente green nel rispetto della natura, può trasportare fino a 158 kg, tra l’altro considerando sia ad emissioni zero è davvero il sogno degli ambientalisti. Potrebbe sembrare un giocattolino ed invece secondo i primi dati potrebbe cambiare la situazione anche all’interno delle piccole attività. Ad esempio si potranno consegnare pasti a domicilio e merci di qualunque genere senza danneggiare ed inquinare l’ambiente.

Cargo Bike, in arrivo i buoni per acquistarle

Cargo Bike è stata prodotta negli Stati Uniti d’America, pratica, affidabile, venduta a prezzo assolutamente contenuto. A pedalata assistita, si possono raggiungere 25 km orari dato che ha un motore da 750 cavalli e 80 NM di coppia. In occasione del coronavirus il governo ha rilasciato dei bonus che possono essere utilizzati per l’acquisto di questo genere di bici.

Il tutto può essere utile allo scopo di evitare o comunque ridurre l’utilizzo dei mezzi pubblici all’interno dei quali il virus si moltiplica e quindi la possibilità di contagio aumenta. La bici è già arrivata in molti paesi d’Europa, prossimamente arriverà anche a Milano. In Italia si pensa già possa dare ottimi risultati perché la mobilità a emissioni zero è destinata a crescere.

Sostituzione delle auto con le bici green, la richiesta di piste sicure

Il governo Conte secondo quanto deciso ritornerà agli acquirenti il 60% dell’acquisto. A quanto pare la maggior parte delle persone che hanno perso il lavoro non potranno permettersi di affrontare delle spese fisse e superflue come il carburante. Approfittando dell’arrivo della bella stagione hanno iniziato a pensare alle Cargo Bike in sostituzione di qualunque mezzo.

Ecco quindi perché si pensare che il futuro dentro qualsiasi città sarà a due ruote ma non motorizzato sia per le famiglie che anche per gli studenti o i lavoratori.Cosa bisogna fare adesso? In vista di una città a due ruote, si devono realizzare delle piste per spostarsi e viaggiare in serenità, senza rischiare di farsi male. Al momento le strade italiane per coloro che amano pedalare non sono affatto sicure.