Rifiuti pericolosi a Pulsano: esposto contro il nuovo impianto

Rifiuti pericolosi a Pulsano, nel tarantino: è stato presentato un esposto contro il nuovo impianto da parte del consigliere regionale Cosimo Borraccino.

Discarica abusiva di rifiuti pericolosi a Pulsano scoperta dai Carabinieri
Fonte web: pixabay di vkingxl

Il consigliere del presidente della Regione Puglia Cosimo Borraccino per l’attuazione del Piano Taranto ha presentato un esposto contro il nuovo impianto dedicato allo smaltimento dei rifiuti pericolosi. La causale sta nel fatto che l’impianto risulta essere troppo vicino al centro abitato di Pulsano e ciò può essere pericoloso proprio perché l’impianto comprende rifiuti speciali pericolosi, tra cui amianto.

Rifiuti pericolosi troppo vicini al centro abitato di Pulsano: l’esposto

Borraccino ha dichiarato che si chiede una modifica dell’insediamento dell’impianto, perché è lontano solamente 250 metri dal centro abitato e ciò potrebbe sporre “centinaia di cittadini residenti alla inalazione di particelle pericolose per la propria salute”.

Il consigliere ricorda anche che il “Piano di Gestione dei Rifiuti pericolosi della Regione ha previsto una distanza minima di questi impianti di 2.000 metri dai centri abitati“. Insomma, l’impianto può e deve esistere, ma deve essere distante almeno 2.000 dal centro abitato. “Pulsano non può ospitare a poche centinaia di metri dal suo centro abitato un impianto di rifiuti speciali pericolosi”.