Taranto svolta green, ma la Regione dimentica dell’Ilva

Taranto si prepara ad affrontare una svolta green parecchio importante, sono pronti i diversi progetti pensati per migliorare la qualità dell'aria e della bellezza ambientale puntando sulla natura.

pulizia strade taranto

Ciò che però appare strano è che continua a calare il silenzio sulla questione Ilva che da sempre attira critiche e polemiche. In molti apprezzano il fatto che i progetti per la Puglia, compresa Taranto, siano tanti e tutti validi ma manca il pezzo più importante: l’acciaieria sulla quale nessuno dice nulla. L’inquinamento dell’aria è ai massimi proprio nella zona dell’Ilva. La fabbrica dà lavoro a tutti ma non basta quando è la salute a subire più di tutto.

Taranto, nuovi ospedali e scuole di formazione medica

Taranto è al centro della questione, mai come oggi e tra l’altro per diverse tematiche con vari protagonisti. Tra tutti gli argomenti prevalgono il nuovo ospedale, San Cataldo che è tanto atteso da tempo. In questo periodo gli ospedali non sono mai troppi, la sicurezza sanitaria è ciò su cui tutti puntano.

Poi si parla anche della nuova scuola di medicina che sarà situata nella sede di Bankitalia. L’inaugurazione della scuola dovrebbe avvenire tra poco ma non si sa altro. Ad ogni modo i giovani attendono quel giorno con ansia perchè la scuola potrebbe aprire le porte verso un bellissimo futuro.

Si punta sul turismo ma non basta se l’aria è inquinata

Infine si parla anche della firma dell’accordo per il passaggio della banchina del posto della Marina Militare. Ci sarà un bellissimo approdo turistico, insomma tante belle idee stanno per diventare realtà suscitando la felicità e l’interesse di tutto il popolo. Quest’anno il turismo non è andato al massimo ma ci si prepara ad una stagione più che interessante.

Sono tutti progetti tanto ambiziosi ed importanti sia per il rilancio economico che per quello sociale ed ambientale. L’area a caldo non è stata toccata, l’ilva continua ad inquinare l’aria e a seminare morte qua e la.