Home Notizie Green Bene Taranto nel rapporto sulla transizione ecologica: tutti i dati

Bene Taranto nel rapporto sulla transizione ecologica: tutti i dati

Emergono dati interessanti dall’ultimo rapporto Censis-Green&Blue sulla transizione ecologica: nonostante i noti problemi, Taranto se la cava.

transizione ecologica

TARANTO – Nell’ultimo rapporto Censis – Green&Blue sulla transizione ecologica, sono state analizzate 107 province e città metropolitane. A livello regionale, in Puglia Lecce registra valori negativi, mentre Bari riesce a sfidare anche le grandi città del nord. Bene Taranto, nonostante i noti problemi. Il rapporto è stato stilato grazie alla collaborazione di Enel, Intesa e Philip Morris, tramite la campagna Cambiagesto.

Buoni risultati per Bari e Taranto

Il rapporto si prepone lo scopo di comprendere quali sono le aspettative e le conoscenze degli italiani in merito alla transizione ecologica. Tre gli aspetti chiave: il contesto dove si vive, la popolazione e l’impatto delle imprese. Nella classifica generale delle città primeggia Firenze, seguita da Bologna e Torino. Appena fuori dal podio ecco Bari.

Taranto fa una bella figura nella classifica delle province che contano oltre 500 mila abitanti: al primo posto troviamo Bolzano, seguita da Trento e Brescia. Al sesto posto ecco Taranto, meglio sul lato Imprese (prima) che su quello della popolazione (diciottesima).

Transizione ecologica: la maggioranza degli italiani non ci crede

A livello di percezione, solo il 15,4% degli italiani pensa che nei prossimi anni ci sarà una vera transizione ecologica. Il 61,5%, invece, risulta scettico. Il 6,4%, infine, è molto pessimista sulla possibile realizzazione di una effettiva transizione ecologica, ritenendo che non si verificherà mai.

Exit mobile version