Lavoro e Discriminazione – Percorsi di Parità al Cabrini

Continuano gli appuntamenti all'Ips Cabrini per insegnare ai ragazzi la parità di genere.

0
105
Violenza sessuale su disabile nelle campagne di Avetrana
Riconoscimento Editoriale: ninocare / Pixabay.com

TARANTO – L’Ips Cabrini è protagonista di un nuovo appuntamento del progetto “Lavoro e Discriminazione – Percorsi di Parità”.

L’idea dell’Ips è fornire ai ragazzi gli strumenti per conoscere la discriminazione e la violenza, quindi per combatterle. Si parla di violenza di genere, ma non solo: intolleranze religiose, culturali o per l’orientamento sessuale vengono qui analizzate ed eliminate.

Così gli studenti hanno consapevolezza dei danni che la discriminazione può fare e faranno il possibile per evitare queste forme di odio. Nel dibattito di ieri hanno parlato all’Ips Cabrini:

  • Emilia Zanframundo;
  • Vito Raffaello Di Pierro;
  • Nicola Lauria.

Hanno partecipato alla manifestazione anche Antonella Candito (Spi Cgil Taranto), l’avvocato Simona Spalluto, la professoressa Mariagiovanna Russo.

Nel dibattito, gli esponenti hanno parlato dei problemi dei ragazzi, ma anche delle soluzioni che la legge mette a disposizione.

In più, i ragazzi hanno presentato i loro lavori, frutto del progetto. Infine, i ragazzi hanno imparato cos’è un centro antiviolenza, quale lavoro svolge e quali sono le caratteristiche che deve avere.

Si è parlato anche di violenza economica e di quali sono le difficoltà di ogni giorno per chi subisce discriminazioni. Tutto questo ha permesso ai ragazzi di scoprire che non sono da soli se subiscono una discriminazione e che devono essere anche pronti a difendere chi subisce una violenza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui