Gli studenti di Massafra all’estero con “Erasmus+mobilityinVitis”

Il 20 settembre prossimo gli alunni dell'IISS "C. Mondelli - Amaldi" partiranno per vivere un'esperienza di formazione alla volta di Malta e della Spagna

Erasmus+mobilityinVitis Massafra

MASSAFRA – Aria internazionale all’IISS “C. Mondelli” di Massafra per la mobilità transnazionale. Al via le attività promosse e sostenute dal dirigente scolastico Francesco Raguso temporaneamente sospese a causa della pandemia. Il 20 settembre prossimo ventiquattro alunni, selezionati nelle classi quarte e quinte delle due sedi dell’istituto, Mondelli e Amaldi, partiranno per Malta. Inoltre tredici studenti delle medesime classi dell’ITA partiranno per la Spagna per una completa ed efficace esperienza di studio. Queste esperienze internazionali sono rese possibili dal progetto di mobilità transnazionale, “Erasmus+mobilityinVitis“.

Dalla scuola fanno sapere che l’iniziativa di rete “Ita senza frontiere” prevede un soggiorno di 32 giorni a costo zero per gli studenti con alloggio gratuito e pocket money disponibile per il vitto e la mobilità. I tirocinanti, accompagnati dai professori Pia Corona, Gennaro Leogrande, Francesco Mastrangelo, Pier Govanni Mastrangelo, Antonio Prestia, saranno impegnati in aziende di settore (vivai, cantine e maneggi) con specifiche mansioni agrarie, meccaniche ed informatiche.

Dalla scuola i dettagli del viaggio studio

«In termini di risultati attesi, il progetto consentirà agli studenti di potenziare competenze professionali e linguistiche, sperimentare il mercato del lavoro europeo e realizzare percorsi formativi conformi ai fabbisogni del tessuto produttivo.

Il viaggio-studio all’estero rappresenta un valore aggiunto alla formazione curriculare degli studenti in quanto non solo favorisce il trasferimento e il consolidamento di conoscenze, abilità e competenze, ma, attraverso il confronto con i diversi stili di vita dei Paesi ospitanti, stimola la nascita di uno spirito imprenditoriale e migliora la capacità di cercare un lavoro in linea con le proprie competenze specifiche. La scuola rimane pur sempre la risposta più accreditata per il successo della persona sul piano umano, culturale ed occupazionale.»

Mariella Eloisia Orlando