Taranto: la protesta studentesca contro il rientro in presenza

I ragazzi delle superiori pretendono strumenti idonei e la giusta sicurezza per il rientro a scuola in presenza. Protesta contro le decisioni del Governo.

Taranto protesta studentesca contro rientro in presenza

TARANTO – I ragazzi delle superiori a Taranto hanno avviato una protesta studentesca contro il rientro a scuola in presenza. Giosuè Labriola, Responsabile di Azione Studentesca insieme ad Andrea Palagiano, Rappresentante della Consulta degli Studenti, spiega come: la protesta e l’applicazione di nastri bianchi e rossi dinanzi i cancelli delle scuole di Taranto, sia effettuata per il clima d’incertezza e l’irresponsabilità del Ministro dell’Istruzione.

Secondo quanto sottolineato dai rappresentanti delle due associazioni studentesche: il rientro nelle scuole vede un clima e delle condizioni non sufficienti, problemi dovuti all’organizzazione dei trasporti, ai controlli agli ingressi.

I ragazzi protestano per la mancanza di sicurezza degli istituti per un rientro tranquillo a scuola.

Concludono affermando: “Vogliamo strumenti idonei per garantire agli studenti una presenza duratura e certa per tutti”.