I carabinieri del Radiomobile di Massafra hanno arrestato il 28enne rumeno in evidente stato di ebrezza.

L’uomo ha aggredito la convivente a calci e pugni, minacciandola di morte con un coltello.
Sono interventi i sanitari del 118 e i militari che hanno constatato la situazione grave e quindi hanno condotto l’uomo in carcere.

La segnalazione era avvenuta dall’abitazione situata al centro storico della città, dove stava avvenendo una lite familiare.
Quando l’intervento è arrivato, la donna presentava echimosi e lesioni al volto. Nell’abitazione si trovava il convivente che si dichiarava estraneo ai fatti.

La donna dichiarava che la lite era nata per futili motivi. 

Nella stessa abitazione è stato rinvenuto un coltello che l’uomo aveva utilizzato per minacciare di morte la donna.