Palagiano. Presentato Nuovo servizio del Rotary Club Massafra nella biblioteca comunale

Il Rotary Club Massafra promuove l'iniziativa volta all'educazione stradale degli immigrati e gli ospiti dei centri di accoglienza.

Palagiano. Presentato Nuovo servizio del Rotary Club Massafra nella biblioteca comunale

E’ stato presentato il 20 luglio scorso a Palagiano, presso la Biblioteca Comunale, un nuovo service promosso dal Rotary Club Massafra.

Il progetto e le motivazione sono state presentate dal Presidente Rotary Club Vito Semeraro.

Il nuovo servizio è stato ideato a favore degli immigrati richiedenti asilo, ospiti dei centri di accoglienza gestiti dalle cooperative sociali Escargo di Palagiano e Sorridi di Mottola.
Obbiettivo del corso è quello di prevenire incidenti dovuti alla mancata conoscenza delle principali norme di circolazione.

Con questa utile iniziativa si garantisce la sicurezza della circolazione stradale e l’incolumità sia degli automobilisti che dei pedoni.

Tutti i partecipanti riceveranno un attestato di partecipazione ed un manuale di scuola guida.

Nel corso dell’incontro, la professoressa Silvana Milella, presidente della commissione progetti del Rotary Club Massafra, ha evidenziato l’importanza dell’accoglienza.

E’ importante sottolineare che accoglienza e integrazione necessitano, però, del rispetto delle regole. Ciò permette agli stranieri d’ integrarsi e acquisire dignità. Allo stesso tempo, garantisce a chi li accoglie una maggiore sicurezza.

Il comandante della Polizia Locale di Palagiano, avvocato Diletta Santopietro, ha spiegato che il corso si articolerà in cinque lezioni che si svolgeranno presso la Sala Consiliare.

Gli argomenti trattati saranno la segnaletica stradale, le regole di comportamento dei pedoni e dei ciclisti.

Il Presidente del Tribunale per i Minorenni di Taranto, dottoressa Bombina Santella, intervenuta all’inaugurazione, ha precisato che questa iniziativa del Rotary, offre agli immigrati un maggiore aiuto per un più facile inserimento in un contesto a loro sconosciuto.

La dott.ssa Santella ha ancora evidenziato l’importanza della figura del tutore legale che per un minore deve rappresentare un punto di riferimento valido e fondamentale quando manca la figura genitoriale.