FRAGAGNANO – Sull’idea dell’amm.ne comunale di affidare ad un’ associazione temporanea d’impresa, per i prossimi venti anni, il completamento del cimitero e i servizi, fa discutere molto.

Con un progetto dell’amm.ne comunale, guidata dal sindaco Giuseppe Fischetti  e approvato dalla giunta, andrebbero ad aumentare i costi dei loculi di circa il 400%.

I consiglieri comunali di “SiAmo Fragagnano” Michele Andrisano e Anna Rita Massaro e il consigliere comunale di “Bene Comune per Fragagnano” Lorenzo De Carlo si oppongono a questa decisione che va a danno dei cittadini.

Si esprimono così:
“Leggendo le carte è chiaro che si tratta di un vero e proprio business per il privato che andrà a gestire il nostro cimitero a discapito dei cittadini fragagnanesi. Un atto davvero vergognoso che abbiamo stoppato e che speriamo non veda la luce nel prossimo consiglio comunale. Ancora nessuno ci ha spiegato il perché di questi costi così smisurati, nessun rappresentante dell’Amministrazione Comunale ha saputo dare risposte chiare e precise. Solo chiacchiere per buttare fumo negli occhi ai cittadini”.

Concludono affermando:
“Siamo di fronte ad una azione amministrativa scellerata. Le tariffe saliranno alle stelle, basti pensare che oggi un loculo costa 895,00 euro e domani con questo progetto si partirà da un minimo di 3.400 euro per un loculo frontale fino ad arrivare ai 4.500 euro per un loculo laterale. A questo si aggiungono i 2.500 euro per rinnovare il contratto del loculo del vecchio cimitero, e per finire è prevista una somma di 1.000 euro per un posto nel campo di inumazione. In un momento di difficoltà e di forte crisi economica invece di aiutare i cittadini e garantire servizi efficienti a costi contenuti si opera al contrario favorendo il privato. Ci appelliamo al buon senso dei consiglieri comunali di maggioranza affinché si metta fine a questo pasticcio. Approvare questo progetto vuol dire andare contro la nostra comunità e speculare sul dolore della povera gente”.