Cantiere Taranto: sgravi 100% per chi assume operai ex Ilva

Lo sgravio per le imprese è a disposizione per 3 anni.

0
286
Ex Ilva di Taranto. Assunzioni ed esuberi troppe incongruenze
Fonte web: pagina fb

TARANTO – Arrivano da Roma nuove proposte per quanto riguarda il Cantiere Taranto. Si tratta di una serie di norme che il Governo sta valutando per il capoluogo ionico.

Tra queste, ci sarà anche una proposta per gli operai dell’ex Ilva. Infatti, se la proposta diventasse legge, chi assumerà gli operai che sono in esubero nella gestione ArcelorMittal potrebbe avere incentivi fiscali al 100% per 3 anni.

A questo punto, sembra evidente l’ingresso dello Stato nella vicenda del polo siderurgico, anche se non come “capo” dell’azienda. Stando alle ultime notizie, lo Stato avrebbe una proprietà del 18%, utile per procedere con gli investimenti senza la scure dell’aiuto di Stato (che andrebbe incontro a sanzioni Ue).

Per pagare le misure del Cantiere Taranto servirebbero 50 milioni di euro, che sono già stati messi a disposizione.

Le altre misure del Cantiere Taranto

Le altre misure del Cantiere Taranto sono:

  • rafforzamento del polo universitario;
  • creazione di zone economiche speciali (Zes);
  • mobilità verde, con un approccio sostenibile per risanare le vecchie zone della stazione;
  • una zona franca doganale per il porto.

Tutte queste misure sono al centro di discussioni nel Governo, quindi ancora non si sa quando saranno approvate e con quali condizioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui