Consultazioni elettorali e referendarie: i risultati a Massafra

Si è conclusa la tornata elettorale con il termine delle operazioni di spoglio delle schede e dell'attività amministrativa messa in atto

0
93
Consultazioni elettorali e referendarie

MASSAFRA – Cala il sipario sulla tornata elettorale che a Massafra si è conclusa ufficialmente alle 3 di martedì 22 settembre con il termine delle operazioni di spoglio delle schede e dell’attività amministrativa messa in atto.

Le consultazioni referendarie e regionali del 20 e 21 settembre hanno richiesto un grande lavoro e dispendio di energie per i 26 seggi elettorali allestiti nei plessi scolastici massafresi.

Dal Comune fanno sapere che sono stati rilasciati 1200 duplicati di tessere elettorali grazie al lavoro dell’Ufficio Elettorale. La sede storica dell’ufficio ubicata al primo piano di palazzo del Municipio in Piazza Garibaldi è stata coadiuvata dalla postazione decentrata allestita nella sede municipale in via R. Livatino. Lo sdoppiamento si è reso necessario in ottemperanza alle norme anti contagio da Covid-19.

A proposito delle misure finalizzate al contenimento del contagio da covid-19, presso i 26 seggi, oltre alle forze dell’ordine sono stati impegnati, come previsto dal “piano” studiato per i singoli plessi scolastici, 53 volontari facenti parte delle associazioni di Protezione Civile operanti sul territorio. Il compito dei volontari è stato quello di regolare l’afflusso ai seggi, evitando così assembramenti e affollamento per tutta la durata delle operazioni di voto.

A Massafra ben 15.209 sono stati gli elettori che si sono presentati al seggio. Il dato rappresenta il 59% degli aventi diritto al voto per il referendum costituzionale e del 56,81% degli aventi diritto al voto per le consultazioni regionali.

Tra i sei candidati consiglieri regionali massafresi in testa a Massafra Michele Mazzarano del Partito Democratico con 1.966 voti seguito da Antonio Tramonte della Lega con 1.418 voti, Floriano Convertino di Forza Italia con 1.361 voti, Gaia Silvestri del Movimento 5 Stelle con 1.329 voti, Giandomenico Pilolli di Fratelli d’Italia con 988 voti e Salvatore Fuggiano dell’UDC-Nuovo PSI con 421.

Secondo le preferenze espresse nelle 26 sezioni massafresi, il candidato presidente in testa è stato Raffaele Fitto che ha ottenuto 6.461 voti (45,26 %) seguito da Michele Emiliano con 5.313 (37,22 %), Antonella Laricchia con 2.266 voti (15,87 %), Ivan Scalfarotto con 136 voti (0,95 %).

Il partito più suffragato è stato il Partito Democratico con 2.878 voti (21,56 %), seguito dal Movimento 5 Stelle con 2.103 voti (15,76 %), Lega con 1.975 voti (14,80 %), Forza Italia con 1.796 voti (13,46 %), Fratelli d’Italia con 1.614 voti (12,09 %), La Puglia Domani con 827 voti (6,20 %), UDC-Nuovo PSI con 501 voti (3,75 %), Con Emiliano con 425 voti (3,18 %).

Al referendum costituzionale 11.617 elettori hanno votato SI mentre 3.328 hanno preferito il NO.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui