Discarica Vergine a Lizzano. Galante chiede la messa in sicurezza del sito
Fonte web: Foto di repertorio

LIZZANO – Il consigliere del M5S Marco Galante chiede in V Commissione Ambiente,  di intervenire per risolvere la questione ormai dimenticata della discarica vergine.

E’ diventata una storia infinita, afferma Galante, poiché da quando la discarica è stata sequestrata, sono passati oltre 4 anni.

In tutto questo tempo, non si è ancora provveduto alla messa in sicurezza e alla bonifica.

Era stato assicurato all’AGER che sarebbe intervenuta la Regione, ma in realtà dai documenti si evince che gli interventi saranno eseguiti dalla Lutum Srl, società che ha acquisito la proprietà immobiliare della discarica ed è ora proprietaria dell’impianto.

Il consigliere del M5S chiede l’intervento dell’Assessorato all’ambiente, dell’AGER, del Dipartimento opere pubbliche e paesaggio. Nonché dell’ARPA Puglia, dell’associazione AttivaLizzano e dei Sindaci dei vari Comuni di Taranto, Lizzano, Monteparano, Faggiano, Roccaforzata e Fragagnano.

Galante, vuole chiarezza poiché ci sono molti dubbi. Primo fra tutti, bisogna capire a quale titolo la società proprietaria intende utilizzare i fondi che il Comune di Taranto aveva ricevuto per effettuare le operazioni di bonifica. In ultima analisi, si vuole capire come la Lutum intende bonificare l’area e metterla in sicurezza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui